Imparare l’inglese con Spell Up, l’ultimo Chrome Experiment di Google

Di - 14 May 2014 - in
Post image for Imparare l’inglese con Spell Up, l’ultimo Chrome Experiment di Google

Tornano i Chrome Experiment di Google e, come spesso accade, lo fanno con un mix di tecnologie di ultima generazione ed intenti educativi. L’ultimo lavoro di Google si chiama Spell Up e promette di aiutare nell’apprendimento dell’ormai indispensabile lingua inglese.

Il nuovo Chrome Experiment non è un vero e proprio corso. Si tratta di un semplice gioco nella quale occorre effettuare lo spelling delle parole che vengono pronunciate di volta in volta, ovviamente in lingua inglese.

Man mano che si avanza di livello, sullo schermo vedremo crescere una pericolante torre formata da travi virtuali e lettere, il tutto realizzato rigorosamente in HTML 5, CSS 3 e Javascript, oltre a diverse tecnologie come:

  • Web Speech API
  • Google App Engine
  • Google Play Game Service
  • Google + Api
  • Google Cloud Storage
  • Google Translate API

Per ogni livello superato guadagneremo delle monete che potremo utilizzare per far crescere più velocemente la nostra torre e quindi la nostra conoscenza dell’inglese. Il gioco è strutturato per diversi livelli di conoscenza della lingua. Si inizia ovviamente dal livello base, per poi proporre parole e livelli sempre più difficili.

Il gioco è raggiungibile e pienamente utilizzabile, oltre che dal web, anche da smartphone Android e tablet, attraverso Chrome, mentre su iPhone e iPad si perde la possibilità di utilizzare la voce per interagire con il gioco, ma si può comunque utilizzare la tastiera virtuale.

Fonte | Google Official blog

Leave a Reply

Jacopo Rabolini Articolo scritto da

Technical lead e fondatore di Engeene. Si occupa di web design e web development nel tempo libero. Vorrebbe farne la sua professione. Ama il web, la tecnologia, lo spazio, i Lego, Doctor Who e un sacco di altre cose che gli hanno valso a volte l'appellativo di Nerd e altre quello di Geek.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: