Importare dati da server remoti con Google Drive

Di - 2 September 2013 - in
Post image for Importare dati da server remoti con Google Drive

Google Drive è un servizio veramente interessante e potente.
Personalmente lo uso moltissimo per il mio lavoro: il concetto di cloud lo adoro!

Qualche mese fà stavo analizzando i dati di fatturazione della mia attività usando GDrive con un foglio di calcolo.

Che noia copiare tutti questi dati di fatturazione! Come faccio a prelevarli dal DB Server della mia contabilità e portali in GDrive in modo tale di avere dati sempre aggiornati?

così sono andato alla ricerca ed ho trovato questa soluzione che oggi vi propongo.
In GDrive Foglio di calcolo esiste una funzione ImportData: praticamente permette di leggere dati da un server con protocollo HTTP e importarli nel foglio di calcolo. Quindi ho pensato ad una chiamata di questo tipo da inserire in una cella ad esempio in A1:

=ImportData("http://www.nomedominio.it/dati.html")

La funzione ImportData che vedete qui sopra è tutto quello che serve in GDrive. E in particolare si aspetta di ricevere dei dati “impachettati” in una maniera ben specifica che vedremo più avanti.

E’ interessante notare che anzichè indicare il nome del dominio si potrebbe indicare direttamente il nostro IP internet e permettere alla funzione di leggere i dati direttamente all’interno della nostra rete aziendale/casa che dovrà essere configurata in modo opportuno.
Avremmo, così, dati sempre aggiornati ma ci sarebbero anche da affrontare molti problemi di sicurezza ed inoltre c’è da dire che la configurazione non è tra le più semplici e praticabili.

Partiamo quindi dal presupposto che il nostro file DATI.HTML contiene già i dati elaborati e che sia “appoggiato” sul nostro dominio.

L’elaborazione dei dati contenuti nel file in questione, sarà effettuata da qualche tipo di script eseguito periodicamente all’interno di un server della nostra rete. Lo script, che dovrete creare, dovrà aprire il database, leggerne i dati, “impachettarli” nel file dati.html e infine inviare quest’ultimo al dominio.

Ma cosa dovrà contenere il nostro file DATI.HTML copiato nel nostro dominio? Ecco un esempio di contenuto:

"Mese","2010","2011","2012","2013"
“Gennaio”,”10000”,”12500”,”5000”,”10000”
“Febbraio”,”12000”,”1500”,”25000”,”11000”
“Marzo”,”1500”,”25000”,”5200”,”30000”


Come vedete nella prima riga occorre mettere i nomi delle colonne dei dati, quindi i dati veri e propri nelle successive. I dati vanno inseritti tra virgolette, separati dalla virgola. IMPORTANTE: ogni rigo deve terminare con i caratteri ASCII 13 e 10 (per alcuni linguaggi \r\n)

Il file DATI.HTML, quindi, non conterrà codice HTML, ma semplice testo.

Ecco il link di un documento di esempio
Foglio GDrive Esempio

E il link del file HTML che contiene i dati per il foglio
Dati per GDrive

Dimenticavo. Ogni foglio di lavoro può avere al massimo 50 funzioni ImportData.

Leave a Reply

Cristiano Boschi Articolo scritto da

La mia piccola esperienza informatica mi ha insegnato che spesso quando pensi di aver capito tutto … è probabile che dopo poco tempo ti rendi conto di non aver capito un bel niente!!!

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: