In Android 4.3 il Wi-Fi sarà sempre attivo

Di - 9 July 2013 - in
Android Jelly Bean

Android 4.3 lo si aspettava al Google I/O 2013, eppure non si è sentita la sua mancanza. Sono stati così tanti i prodotti ed i servizi sottoposti a restyling che in nessun caso si è sentito la mancanza di una nuova versione di Jelly Bean o di un Nexus 7. Nonostante tutto, grazie al Galaxy S4 Google Edition, alcuni addetti ai lavori stanno analizzando e sezionando in ogni dettaglio una nuova ROM.

È stata infatti pubblicata su Internet una nuova versione di Android (la 4.3) e sembra proprio provenire dal terminale Samsung. Gli esperti (sviluppatori di XDA in primis) sono convinti dell’autenticità della materia prima, sebbene possa essere una versione beta ancora in fase di test.

La versione delle API, la 18, riporta ancora la dicitura Jelly Bean, quindi non è una major release come lo furono a suo tempo Ice Cream Sandwich o Honeycomb. Tra le modifiche, le più interessanti riguardano l’app della fotocamera (la nuova versione circola da diversi giorni sulla rete), il re-design del font Roboto ed alcune modifiche alle opzioni degli sviluppatori. Chi attendeva nuove opzioni per sveglie, impostazioni veloci, contatti e compositore telefonico sarà deluso, poiché non vi è alcuna traccia.

L’aspetto più interessante è un altro: il Wi-Fi resterà sempre accesso. Dando un’occhiata al codice i ragazzi del sito AndroidPolice hanno avuto modo di osservare che se si spegne il Wi-Fi, tra le impostazioni veloci o nel menu di sistema, Android continuerà a ricercare il segnale. Questo strano orientamento di Google, che ricalca il modo d’agire di Apple, avrebbe un obbiettivo: il risparmio energetico. Sembra una contraddizione ma non è così, poiché questa opzione andrebbe a sostituire l’uso del GPS per la localizzazione. La scansione delle reti Wi-Fi garantisce già adesso un livello di localizzazione dello smartphone in un raggio di qualche centinaio di metri. Risultato accettabile che può comunque essere affinato con l’uso del GPS, il quale di contro è il maggior consumatore dell’energia contenuta nella batteria del cellulare. Ecco quindi che utilizzare il Wi-Fi costituisce un ottimo compromesso tra utilizzabilità e risparmio energetico.

Per cercare di affinare maggiormente il tutto, sembra che a Mountain View abbiano un asso nella manica. In modo silente con Android 4.3 andranno a catalogare tutti i vari SSID delle reti che gli smartphone agganciano, in modo da realizzare una specie di mappa globale. Se ad esempio a Roma il cellulare A si è collegato ad una rete Wi-Fi nei pressi della Piramide quando il dispositivo B farà lo stesso in quelle vicinanze, grazie alla mappa precompilata, la geolocalizzazione sarà più veloce, con risparmio di dati e batteria. Per spegnere completamente il chip Wi-Fi, tra le impostazioni riservate agli sviluppatori ci sarà l’opzione “Scansione sempre disponibile“.

Leave a Reply

Emanuele Boncimino Articolo scritto da

Web designer, sviluppatore, tech specialist ed Android Guru: sono gli obiettivi che vorrebbe raggiungere nel lungo termine. Mantiene un ottimo grado di conoscenza del mondo racimolando news estere. Sempre alla ricerca di sfide che possano nutrire la propria mente: Engeene è tra queste.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: