In Virginia il primo ban per i Glass

Di - 28 March 2013 - in
Post image for In Virginia il primo ban per i Glass

Non è ancora arrivato sul mercato eppure alcune persone sono così preoccupate dell’uso che si possa fare dei Google Glass da pensare di vietarli in alcune situazioni. Un delegato dello stato del West Virginia ha presentato una proposta di legge che di fatto bandirebbe il nuovo dispositivo quando si è alla guida di un veicolo. Se il provvedimento fosse approvato sarebbe il primo che prende di mira i Google Glass e più in generale i dispositivi indossabili.

Gary Howell avrebbe intenzioni di ampliare la portata di una legge già in vigore che vieta l’uso di dispositivi elettronici alla guida a meno che permettano di avere le mani libere. È proprio quest’ultima dicitura l’escamotage che consente l’utilizzo alla guida degli occhiali realizzati in seno al Google X, poiché buona parte dell’interazione si deve ai comandi vocali. Tuttavia il rappresentante repubblicano non la pensa proprio così: “…il device lascia libere le mani. Così le persone che guidano potranno mandare messaggi, guardare video e non prestare attenzione a quel che stanno facendo.” ll politico è preoccupato  dal calo dell’attenzione delle persone, che potrebbe essere la causa di incidenti stradali non appena il device inizierà ad essere venduto a fine anno (al prezzo di 1500 dollari). Viene inoltre reso noto che nessun altro tipo di restrizione sarà applicata ai computer indossabili; sempre Howell afferma: “Se mi trovo in uno spazio pubblico, non posso esercitare il mio diritto alla privacy”; tra le altre dichiarazioni emerge l’enunciazione di alcuni principi delle libertà individuali, secondo cui si può adottare un determinato comportamento (“Metto la cintura di sicurezza…“) ma non essere d’accordo con la filosofia(“…ma non credo in queste leggi“).

Da Mountain View non sono arrivati commenti diretti: un portavoce ha fatto sapere che si è prestata molta attenzione, in fase di sviluppo, ai problemi riscontrabili nell’uso quotidiano. Viene riportato anche il potenziale latente del dispositivo, che alla guida potrebbe migliorare la sicurezza e contribuire a ridurre gli incidenti. Howell pensa che se la modifica alla legge non dovesse essere approvata in questa legislatura, slittando quindi ai primi del 2014, si assisterà ai primi casi di incidenti stradali causati dall’uso alla guida dei Glass. Il politico del West Virginia afferma di non essere contrario alla tecnologia, bensì ne è affascinato.  A chi, però, gli chiede cosa ne pensi dei piloti di caccia, i quali ricevono una gran quantità d’informazioni direttamente sulla visiera, ribatte secco:”…in quel caso sono necessarie per le operazioni di volo, per di più parliamo di gente altamente addestrata… .” La possibilità che non si faccia un buon uso della tecnologia è sempre in agguato, ma ogni divieto potrebbe suonare come uno stimolo in più all’utilizzo o al menefreghismo (si veda le celebrità che continuano a twittare quando sono alla guida); per arginare il problema probabilmente si dovrebbe investire di più in campagne d’informazione su larga scala.

Via | Ars Technica

Leave a Reply

Emanuele Boncimino Articolo scritto da

Web designer, sviluppatore, tech specialist ed Android Guru: sono gli obiettivi che vorrebbe raggiungere nel lungo termine. Mantiene un ottimo grado di conoscenza del mondo racimolando news estere. Sempre alla ricerca di sfide che possano nutrire la propria mente: Engeene è tra queste.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: