Integrazione migliorata tra Calendar e Gmail

Di - 9 May 2013 - in
Post image for Integrazione migliorata tra Calendar e Gmail

Non capita molto spesso che si parli di un servizio longevo e funzionale come Google Calendar ed ancora meno che le novità introdotte siano inerenti a Gmail, webapp storica di cui abbiamo ripercorso di recente le principali milestone evolutive.

Google ha rilasciato nei giorni scorsi una nuova funzionalità che consente di riconoscere ed interpretare date ed orari inseriti nel corpo dei messaggi di posta elettronica e permette quindi a tutti gli utenti di aggiungere nuovi appuntamenti al proprio calendario con un semplice click, senza mai abbandonare l’interfaccia web.

Anche se si tratta di una funzionalità minore e forse per alcuni poco importante, ci fa riflettere su come a Mountain View abbiano pensato all’usabilità dei propri prodotti: programmare un evento leggendo un messaggio non è nulla di speciale, sempre che il punto di partenza sia un “invito“, cioè un piccolo file allegato, (di solito in formato .ics) e contenente tutte le coordinate necessarie.
Il team di Calendar e Gmail ha implementato invece un sistema di riconoscimento testuale che elabora in tempo reale le informazioni a partire da pure indicazioni testuali, mostrando anche una piccola finestra temporale in concomitanza con l’orario interpretato per evitare sovrapposizioni con gli impegni fissati in precedenza.
Un secondo aspetto da non tralasciare riguarda invece la fruizione di queste nuove caratteristiche: l’interfaccia web è il metodo migliore per disporre, immediatamente a partire dal rilascio e senza vincoli, di tutte le novità sviluppate sulla piattaforma, un paradigma lontano anni luce dall’utilizzo client e dei tempi di aggiornamento del software tradizionale.

Un esempio di riconoscimento testuale

Un’ultima sfaccettatura degna di nota riguarda inoltre tutti gli eventi aggiunti a partire da un messaggio di posta elettronica: le rispettive schermate di dettaglio di Calendar portano sempre un riferimento alla mail di origine sia che essa abbia il classico file .ics allegato che il solo orario indicato a parole, molto utile per risalire subito alle informazioni comunicate.

Come immaginabile il nuovo strumento di riconoscimento testuale è per il momento disponibile per gli account impostati in inglese americano, ma, come anche annunciato, non mancherà nel prossimo futuro il supporto ad altre lingue.

Continua quindi il percorso di miglioramento di tutti i prodotti Google, anche quelli, come Calendar, considerati ormai maturi, una tendenza che dimostra come l’innovazione sia un fattore trainante all’interno dell’intera suite Google Apps.

Via | Official Google Enterprise Blog

Leave a Reply

Andrea Testa Articolo scritto da

Laureato in Comunicazione Digitale, curioso ed affascinato dall'informatica, specialista Google Apps. Sviluppatore software, ama tutto ciò che si manifesta sotto forma di intelligenza, tecnica ed innovazione, come il web e l'open source.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: