La documentazione a portata di mano con Dash

Di - 27 February 2014 - in
Post image for La documentazione a portata di mano con Dash

Come ogni sviluppatore sa bene, quando si porta avanti un progetto è molto probabile che si debbano utilizzare diverse tecnologie. Questo molto spesso comporta la necessità di dover consultare diverse pagine di documentazione per trovare quello che ci serve. Ed è qui che Dash può venirci in aiuto.

Questo strumento ci permette di accedere molto velocemente alla documentazione di cui necessitiamo, andando a ricercare, ad esempio, la funzione o la classe che vogliamo approfondire.

Schermata iniziale di Dash

Schermata iniziale di Dash

Ma andiamo con ordine. L’applicazione è disponibile, almeno per il momento, solo per OSX, ed è scaricabile gratuitamente dall’App Store o dal sito di Kapeli, lo sviluppatore dell’applicazione. Una volta scaricata, avremo modo di accedere alla schermata contenente tutte le documentazioni disponibili con il progetto. Qui possiamo selezionare e quindi scaricare tutte quelle che ci servono.

Una volta che la documentazione è stata scaricata, possiamo inserire i termini di ricerca nell’apposito campo posto in alto a sinistra dell’applicazione e vedremo comparire, in tempo reale, tutti i risultati pertinenti, che si tratti di classi, metodi, moduli, funzioni o quant’altro, provenienti da tutte le documentazioni che abbiamo scaricato.
A questo punto è sufficiente selezionare quello che ci interessa per leggere la sezione relativa.

La documentazione in Dash

La documentazione in Dash

Un altro aspetto interessante, è la possibilità di creare dei profili di ricerca in cui raggruppare diverse tipologie di documenti. Ad esempio potremmo inserire in un profilo chiamato “sviluppo front end” la documentazione relativa ad HTML, CSS e Javascript. In un secondo profilo, chiamato “sviluppo back end” invece potremmo inserire invece i documenti su PHPe MySQL.

La documentazione disponibile è davvero molta e spazia da linguaggi di programmazione come il già citato PHP, passando per Python, Ruby, Java, ma includendo anche librerie come jQuery e Prototype, fino ad arrivare a framework come Yii o a piattaforme come Android.

Per la lista completa e altre informazioni vi rimando al sito dello sviluppatore.

Leave a Reply

Jacopo Rabolini Articolo scritto da

Technical lead e fondatore di Engeene. Si occupa di web design e web development nel tempo libero. Vorrebbe farne la sua professione. Ama il web, la tecnologia, lo spazio, i Lego, Doctor Who e un sacco di altre cose che gli hanno valso a volte l'appellativo di Nerd e altre quello di Geek.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: