La fotocamera del Moto X Phone in anteprima

Di - 25 July 2013 - in
Post image for La fotocamera del Moto X Phone in anteprima

Il Moto X Phone si è rivelato da tempo come il dispositivo più chiacchierato e, grazie a delle nuove immagini riportate dal sito AndroidPolice, si può dare uno sguardo anche all’interfaccia. Salta subito all’occhio la personalizzazione del tema, diverso dal classico stock di Android 4.2, così come dai telefoni Google Play Edition. Motorola ha deciso di percorrere una strada alternativa che potrebbe essere molto interessante.

Le indiscrezioni si soffermano sulla fotocamera, applicazione personalizzata dai grandi produttori hardware. Sul nuovo smartphone si avrà una ruota di controllo sulla sinistra che permetterà di settare alcune impostazioni (esposizione, flash, focus, HDR, video, slow-motion, ecc…). Per avere altre funzioni basta scorre il cerchio, libero di muoversi verso l’alto o il basso.

Posizionando il dito sul bordo destro e scorrendo verso sinistra si potrà accedere facilmente alla galleria. La funzionalità camera sarà richiamabile, anche dalla schermata di blocco, attraverso una doppia rotazione del polso.

Per il resto si ritrovano funzioni simili agli altri telefoni: toccare il display per mettere a fuoco e scattare, tocco lungo per una raffica di foto, zoom ed altro. Il Moto X Phone, così come i nuovi DROID presentati alcuni giorni fa, dovrebbe avere una fotocamera Clear Pixel da 10,5 MP che garantirà ottime prestazioni con scarsa luminosità. Resta da capire se questa applicazione sarà la stessa che si ritroverà anche sul nuovo Nexus 7; per il gioiello Motorola si dovrà attendere fino al 1° Agosto.

Fonte | AndroidPolice

Leave a Reply

Emanuele Boncimino Articolo scritto da

Web designer, sviluppatore, tech specialist ed Android Guru: sono gli obiettivi che vorrebbe raggiungere nel lungo termine. Mantiene un ottimo grado di conoscenza del mondo racimolando news estere. Sempre alla ricerca di sfide che possano nutrire la propria mente: Engeene è tra queste.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: