Le continue (nuove) interfacce di AdWords

Di - 3 February 2014 - in
Post image for Le continue (nuove) interfacce di AdWords

Se siete “appassionati” delle novità che Google periodicamente propone, la modifica dell’interfaccia AdWords sarà (stata) un traguardo atteso. AdWords ci ha abituati a cambiare spesso, così spesso e velocemente che a volte una modifica non si fa in tempo ad apprezzarla – o capirla – che ci viene tolta da sotto al naso.
In tutti questi anni che lo uso (quasi 10) penso però che sia la prima volta che una variazione non comporta “storcimenti di bocca”. Parlo ovviamente di una mia impressione, magari non condivisa da tutti; ma mentre le volte precedenti il problema portava a dire “non lo trovo più“, oppure “è più complicato di prima“, questa nuova variazione direi che accontenta (un po’ tutti, ma sopratutto) i fanatici dell’ordine.

Nell’immagine qua sopra l’interfaccia prima e dopo.

Bella la definisce Google, armonica e semplice. Se bello è relativo e soggettivo, chiaro che chi lo ha fatto per una volta avrà “piegato la testa” per vedere il risultato da una prospettiva diversa. Avete presente quando fate qualcosa di grafico e per capire se rende, lo guardate storto per poi dire: “Funziona!”. Ecco, secondo me questo è stato il movimento di impulso fatto da chi ha creato l’interfaccia. Immaginate una schiera di grafici e ingegneri che all’unisono piegano la testa e dopo averla raddrizzata dicono che va bene!
Divertente, ma fino a un certo punto, se poi non si traduce in migliore qualità del lavoro per chi mastica AdWords.
Semplice e armonico è ereditato dall’assonanza con gli altri prodotti Google.

Maggiore spazio per i grafici e finalmente l’implementazione della gear (rotella, ingranaggio…) che contiene la parte più “noiosa dell’account”. Fatturazione e impostazioni in una sorta di finestrella operativa.

Ampio respiro per le informazioni vitali, design minimal leggero e luminoso. Non ancora attiva per tutti gli account, sarà sicuramente presente nelle prossime settimane. Per quanto il mio colore preferito sia il verde (anche se si, la mia società si chiama Blubit…) questo uso di bianchi e grigi dona veramente giustizia alla necessità di armoniosa sinergia tra i tool della piattaforma.
Da provare.

Leave a Reply

Andrea "Blubit" Testa Articolo scritto da

Andrea "Blubit" Testa lavora come consulente per la pubblicità online dal 1993 e si è specializzato nelle campagne SEM dalle prime piattaforme di keyword advertising in pay-per-clic. E' Top Contributor di Google AdWords dal 2010.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: