[Maps – Earth] Visitare il Museo Nazionale dell’Iraq

Di - 20 August 2011 - in

Google Maps e Google Earth sono due tra i prodotti più amati di Google. Si distinguono per lo scopo principale del prodotto -mappatura e indicazioni geografiche il primo ed esplorazione del pianeta il secondo. Tuttavia entrambi i prodotti hanno in comune alcune funzioni, la più spettacolare delle quali è sicuramente Street View.
Grazie a Street View è possibile visitare virtualmente molte città del mondo standosene comodamente seduti davanti al proprio computer o dispositivo mobile.

Recentemente Street View ha iniziato a rendere possibile la visita di alcuni importanti monumenti in giro per il mondo. Per citare qualche esempio, questa tecnologia permette di visitare il Colosseo di Roma, la Reggia di Versailles, Stonehenge, il Memoriale della Pace di Hiroshima e molti altri.
Un nuovo interessante luogo che è ora possibile visitare grazie a Street View è il Museo Nazionale dell’Iraq.
Nel 2009 il team di Street View si è recato fino a Baghdad per documentare il Museo Nazionale che ospita reperti archeologici di estremo valore, dato che appartengono alle antiche civiltà della Mesopotamia.
Il lavoro svolto per la documentazione del museo e dei reperti è stato molto difficoltoso per via della difficile situazione in cui versava il museo, saccheggiato pesantemente durante l’ultima guerra, e per via delle misure di sicurezza che impedivano al team di restare all’interno del museo per più di quattro ore consecutive.
Nonostante ciò sono state fatte diverse riprese con il trolley e molti scatti fotografici ai reperti.
Ora, dopo due anni di lavoro e grazie alla collaborazione del personale del Museo Nazionale Iracheno, è possibile ammirare una visita guidata al museo attraverso Street View.
Di seguito potete ammirare alcune immagini rappresentative di questo importante luogo.
Un tour virtuale è anche disponibile, sempre in collaborazione con Google, attraverso il sito web del museo.

Leave a Reply

Gabriele Visconti Articolo scritto da

Editor in Chief per Engeene. Appassionato di Linux, FOSS, videogame e, da poco, di cucina. Parla quattro lingue ed ama leggere libri in lingua inglese.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: