[Music Beta] Presentato al Google I/O 2011

Di - 10 May 2011 - in

Questa sera, come tutti praticamente si attendevano, Google ha presentato durante il primo keynote del Google I/O di quest’anno, il loro servizio di streaming di musica online.

Attualmente il servizio è aperto solo su invito e solo negli Stati Uniti ma, visto la presentazione spettacolare, chiaramente Google spingerà per espandere questo servizio oltre i confini nazionali statunitensi.
Vediamo quelle che sono le caratteristiche del servizio.
Il focus di Music Beta, come lo presenta Google sulla pagina ufficiale, è caricare la tua musica per ascoltarla ovunque, mantenere tutto sincronizzato e dimenticare il fastidio di cavi e file.
In dettaglio, oltre al fatto della disponibilità della propria collezione di musica nella cloud, Music Beta permette di gestire l’esperienza via web in un modo simile ad iTunes e si declina anche in un’applicazione per i dispositivi Android. In particolare, l’applicazione specifica permette di accedere ai propri contenuti anche in modalità offline grazie ad un caching locale dei file.

Ogni cosa in Music Beta, a partire dalle canzoni in se stesse, passando per le playlist, è perfettamente sincronizzata con il proprio Google Account e quindi disponibile contemporaneamente e senza variazioni su ogni dispositivo Android o computer.
Music Beta è anche compatibile con iTunes. Le playlist create con il music management system di Apple possono essere caricate all’interno di Music Beta e poi fruite normalmente attraverso il dispositivo che si preferisce.
In ultimo gli utenti potranno creare playlist personalizzate che, come detto sopra, saranno immediatamente sincronizzate su tutti i dispositivi che hanno accesso all’interfaccia web di Music Beta o all’applicazione dedicata su Android.
Attualmente come abbiamo detto il servizio è in beta e finché lo sarà i fortunati invitati avranno la possibilità di utilizzarlo gratuitamente.
Di seguito potete vedere il video di presentazione del servizio:

Leave a Reply

Gabriele Visconti Articolo scritto da

Editor in Chief per Engeene. Appassionato di Linux, FOSS, videogame e, da poco, di cucina. Parla quattro lingue ed ama leggere libri in lingua inglese.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: