Nexus 7: prezzo e data di uscita in Italia

Di - 7 July 2012 - in

Una tra le più grosse novità su cui si è incentrata la prima giornata del Google I/O 2012 è senza dubbio l‘Asus Nexus 7. Il primo Google Tablet riveste una doppia importanza anche a causa della presentazione di Android 4.1 Jelly Bean, che introduce per primo tra tutti i device del mondo mobile. Ora, il Nexus 7 svela i suoi dati d’acquisto anche per il mercato italiano.

La data di lancio nel nostro paese è prevista per i primi giorni di settembre. Da noi, però, non arriveranno tutte le versioni. Se, infatti, ufficialmente il Nexus 7 è stato reso disponibile nei tagli di memoria da 8 GB e da 16 GB, in Italia verrà importata e messa in vendita solo quest’ultima versione, al prezzo di 249€.

Una limitazione di scelta non da poco e non molto comprensibile, a dire il vero, visto anche il prezzo più che allettante (199$ – esente tasse N.d.r.) con cui il Nexus da 8 GB verrà venduto negli Stati Uniti, talmente concorrenziale che difficilmente pensiamo che sarebbe stato possibile trovare di meglio nella stessa fascia economica. Resta, inoltre, da chiedersi il motivo che spinge il mercato italiano a imporre un prezzo di vendita che non rispetta la conversione Euro/Dollaro, ma che tramuta semplicemente la cifra americana di 249$ in un più svantaggioso, per noi, valore di 249€.

Un costo comunque ancora piuttosto competitivo nel panorama dell’offerta tablet italiana, anche considerate le ottime caratteristiche hardware della macchina (CPU Quad-Core nVidia Tegra 3 con frequenza di clock 1.3 GHz, 12-Core GPU, 1 GB RAM, Display 7″HD con risoluzione 1280×800, fotocamera frontale da 1.2 MPx e un peso contenuto in soli 340 grammi), che gli permetteranno di fronteggiare degnamente i rivali di fascia, come ad esempio il Kindle Fire, il Samsung Galaxy Tab 2 7″ e, soprattutto (se i rumors che girano in rete in questo periodo verranno confermati) il futuro iPad Mini.

Se da un lato, infine, dispiace per la mancanza di alcune funzioni tecniche molto utili e solitamente disponibili sui tablet Android, come l’assenza della connessione HDMI tramite MHL e dell’USB-OTG, dall’altro Google tenta di riequilibrare la situazione preinstallando sui dispositivi alcuni contenuti multimediali solitamente acquistabili dal Play Store, come libri, film e file musicali.

Via | Businessonline

Leave a Reply

Bruno Torrini Articolo scritto da

Torinese di 21 anni, non è nè un informatico nè un tecnico, ma un semplice curioso che ama il mondo Google e sostiene
moralmente Android con tutte le sue forze.
Chimico fallito, dilettante astrofilo, progster sfegatato, fumettofilo e amante dell’estetica in arte e architettura.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: