Nuovo menù per le applicazioni in Google Drive

Di - 19 February 2013 - in

Quando Google ha reso disponibile Drive ha introdotto anche un esteso set di API, chiamato Google Drive SDK, con l’intento di aprire a sviluppatori di terze parti il proprio servizio consentendo ad aziende esterne di creare prodotti cloud-based che si integrassero con questa flessibile soluzione di storage.

Il risultato di queste API è stata l’integrazione di più di 100 web application in questo ambiente. Dagli editor di fotografie alla progettazione cad, sempre più aziende vedono nella tecnologia cloud un vero e proprio plus per il proprio business ed i propri servizi.

Quello di cui voglio parlare oggi è un aggiornamento sicuramente minore di Drive, nel senso che non ha introdotto novità funzionali.
Google ha ridisegnato il menù di scelta delle applicazioni, rendendolo molto più “importante” e simile, dal punto di vista visivo, a quanto già disponibile in Chrome OS.

Il menù di creazione

Perché allora scrivere un articolo su di un semplice re-styling di questo componente? La risposta è semplice: per la prima volta le applicazioni di terze parti che gli utenti possono aggiungere tramite il Google Web Store sono elevate allo stesso livello di quelle native, comparendo nello stesso spazio di UI. Un vantaggio sia per gli utenti finali, che hanno le loro app ancora più facilmente a disposizione, quanto per gli sviluppatori che sanno di poter contare su un maggiore grado di visibilità.

Scegliere ed aggiungere Google Drive Apps

Grazie al nuovo link disponibile nella nuova finestra di dialogo è ancora più semplice raggiungere il Google Chrome Web Store e scegliere le applicazioni che ci interessano.

Associare ad un’app di terze parti il compito di gestire e manipolare un particolare file è, come sempre, un’operazione immediatamente disponibile tramite il menù contestuale del contenuto stesso.


La modifica del menù di scelta delle app è un processo indipendente e trasparente rispetto al codice delle applicazioni stesse.

Sono convinto che una maggiore integrazione tra quanto realizzato direttamente in Google e l’ecosistema degli sviluppatori software possa portare a grandi benefici per entrambe le parti ma che soprattutto garantisca agli utenti finali una maggiore scelta e servizi sempre migliori.

 

Via | Google Developers Blog

Leave a Reply

Andrea Testa Articolo scritto da

Laureato in Comunicazione Digitale, curioso ed affascinato dall’informatica, specialista Google Apps. Sviluppatore software, ama tutto ciò che si manifesta sotto forma di intelligenza, tecnica ed innovazione, come il web e l’open source.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: