[Places] Spariscono le recensioni di terze parti

Di - 26 July 2011 - in

Fino a pochi giorni fa, le valutazioni proposte da Google Maps per le attività commerciali presenti nel database di Google Places, erano di tipo misto. Più in particolare erano presenti sia valutazioni degli utenti del servizio di Google, che recensioni apparse su siti di terze parti.
Oggi invece Google sembra aver rimosso del tutto le valutazioni prese da siti di terze parti.

Se guardiamo la pagina di dettaglio di un ristorante ad esempio, noteremo che le uniche valutazioni presenti provengono da utenti di Google Places.

Questo tipo di scelta è stata presumibilmente presa a parte di Google per rendere più consistente e leggibili le pagine delle recensioni, soprattutto per un uso in mobilità.
Certamente questa scelta è legata anche allo sforzo che Google sta mettendo in campo per migliorare e spingere Places sempre più, anche e soprattutto per l’integrazione con Google Offers che, prima o poi si spera arrivi anche in Italia.
Devo ammettere che condivido questa scelta di Google. Anche se a brave termine questo potrà significare un impoverimento del numero di valutazioni, ritengo che ammettere solo le recensioni scritte da utenti possa rendere più pulito il servizio, sia da un punto di vista grafico che dal punto di vista della correttezza delle informazioni. Per l’utente, sopratutto alle prime armi e senza nulla voler togliere ad altri servizi web di recensioni, il fatto di vedere solo valutazioni di altri utenti come lui, può incentivare l’utente stesso a partecipare al processo di valutazione.
Attualmente il database di attività commerciali è già molto ampio anche in Italia. Le recensioni sono ancora poche ma in continuo aumento, anche soprattutto grazie alla diffusione di smartphone.
Ricordiamo che Places è il servizio di Google che permette da una parte per gli esercenti di far conoscere il proprio locale, e dall’altra per gli utenti di trovare informazioni (indirizzo, valutazioni, fotografie, ecc..) geolocalizzate su attività commerciali e di contribuire essi stessi al ranking.

Leave a Reply

Gabriele Visconti Articolo scritto da

Editor in Chief per Engeene. Appassionato di Linux, FOSS, videogame e, da poco, di cucina. Parla quattro lingue ed ama leggere libri in lingua inglese.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: