[Plusone] Il +1 va sempre più veloce

Di - 28 July 2011 - in

Il fatto che la velocità per Google sia importante non è un mistero. In più di un occasione l’azienda di Mountain View ha esortato i webmaster a curare con particolare attenzione la velocità di caricamento delle proprie pagine web, offrendo anche tool come Page Speed. Il pulsante +1 non fa eccezione e Google ha annunciato di aver lavorato duramente per aumentarne la velocità.
Due sono le novità introdotte. La prima riguarda la velocità di rendering del bottone.
Da più parti molti webmaster si erano lamentati del fatto che il codice relativo al pulsante fosse molto lento da richiamare e caricare, andando ad intaccare la velocità complessiva della pagina.
Google ha dato ascolto alle lamentele e ora il pulsante è 3 volte più veloce che in precedenza. Se avete già inserito il pulsante nelle vostre pagine, per poter usufruire di questo upgrade non dovrete fare assolutamente nulla.

La seconda novità riguarda il codice vero e proprio del pulsante. Google ha introdotto una nuova versione dello asincrona snippet. In pratica questo nuovo codice permette alla vostra pagina web di continuare il caricamento parallelamente alla richiesta del codice javascript necessario al pulsante +1. In questo modo le vostre pagine non risentiranno della richiesta e i tempi di caricamento verranno ulteriormente ridotti.
Contrariamente a prima, per poter usufruire di questa novità occorre chiaramente sostituire l’attuale snippet presente sulle vostre pagine, con la nuova versione asincrona.
Per farlo potete utilizzare il generatore di codice per il bottone +1 e sostituire quello presente sulle vostre pagine. Da notare che la versione asincrona del codice al momento non è disponibile nella pagina in lingua italiana. Utilizzate la pagina in lingua inglese per avere l’ultima versione del codice.

Leave a Reply

Jacopo Rabolini Articolo scritto da

Technical lead e fondatore di Engeene. Si occupa di web design e web development nel tempo libero. Vorrebbe farne la sua professione. Ama il web, la tecnologia, lo spazio, i Lego, Doctor Who e un sacco di altre cose che gli hanno valso a volte l'appellativo di Nerd e altre quello di Geek.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: