[Plusone] Il pulsante +1 per la condivisione dei contenuti web

Di - 26 August 2011 - in

Il pulsante +1 è stato introdotto a giugno di quest’anno come sistema per mostrare un gradimento verso un contenuto web.
Da quando è stato lanciato Google+ fino ad oggi, i gradimenti espressi dagli utenti vengono mostrati nel tab Profilo del social network di Google.
Visto il successo di implementazione da parte di siti di terze parti, a luglio Google ha reso il pulsante +1 molto più veloce.
Ora è il momento di un passaggio molto atteso riguardante l’usabilità di questo pulsante.

Se fino ad ora molti si erano dimostrati scettici, oppure solamente confusi, circa la reale utilità di questo pulsante, ora tutto questo sta per cambiare.
Google ha infatti annunciato l’implementazione a breve della funzione di sharing di contenuti web su Google+ attraverso proprio il pulsante +1.
Cliccando il pulsante integrato in un sito web, apparirà un menu che permetterà di commentare l’argomento relativo e condividerlo con specifici utenti o cerchi in Google+.
Condividendo un contenuto, Google includerà nel post in automatico quelli che vengono chiamati “+Snippets”, ovvero un link completo di immagine e descrizione relativi al contenuto.

Chi implementa il pulsante +1 potrà facilmente preparare la propria pagina web in modo tale da “customizzare” i +Snippets per incoraggiare la condivisione e diffusione dei propri contenuti su Google+.
Questa nuova funzione è in roll out, quindi sarà disponibile per tutti nel corso delle prossime settimane.
E’ tuttavia possibile provarla iscrivendosi al Google+1 Platform preview e visitando poi uno dei siti che supportano già questa nuova funzione, come Rotten Tomatoes.
L’introduzione di questa funzione integrata al pulsante +1 rende Google+ ancora più competitivo nei confronti di altri social network come Facebook e Twitter.
Secondo il mio parere però, e contrariamente all’opinione generale, Google+ è un competitor più aggressivo nei confronti di Twitter che non di Facebook.
Basta osservare semplicemente le cerchie delle persone per vedere come queste siano costituite in maggioranza da circoli di interesse per argomento, piuttosto che per relazioni sociali reali (amici, parenti, compagni di scuola ecc..).
Per esempio io, a parte pochi selezionati amici, ho tutte cerchie contenenti geek vari e dipendenti di Google. Questo è esattamente ciò che avviene con Twitter, dove siamo portati a costruire una timeline, un “palinsesto” se vogliamo che riguarda i nostri interessi.
In Facebook al contrario le persone aggiungono e mantengono relazioni tendenzialmente con persone e conoscenti della vita reale, senza distinzioni di raggruppamento per interesse.
Io credo che questa differenza di uso dei social network in Google la conoscano benissimo e dal mio punto di vista il modo in cui è nato e si sta muovendo Google+ tende proprio a “convivere” in un certo senso con Facebook ma a “scontrarsi” sempre di più con Twitter. La nuova funzione del pulsante +1 ne è un’ulteriore prova.
Vi lascio al video di presentazione di questa novità del pulsante +1

Leave a Reply

Gabriele Visconti Articolo scritto da

Editor in Chief per Engeene. Appassionato di Linux, FOSS, videogame e, da poco, di cucina. Parla quattro lingue ed ama leggere libri in lingua inglese.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: