Ramayana: tradizione e Innovazione si incontrano in HTML5

Di - 6 June 2012 - in

Supponiamo che un giorno, aprendo il nostro browser abituale, ci ritrovassimo di fronte ad una selva oscura, che la diritta via era smarrita. Oppure – magari – che l‘ira funesta del pelide Achille si riversasse dal nostro monitor con tutto il suo impeto guerresco.

Ebbene, questo è quello che praticamente sta capitando a chi dovesse visitare la pagina del Ramayana.

Il Ramayana (letteralmente “il viaggio di Rama”) è uno dei più famosi poemi epici indù e narra la storia di Rama, incarnazione di Visnu, nel suo esilio di 14 anni in compagnia della moglie Sita e di Lakshmana, uno dei suoi fratelli.

Nel suo esilio, la moglie di Rama – Sita – verrà rapita. Dovrà essere ritrovata e liberata dalle grinfie di Ravana, divinità malvagia, dopo che Rama stesso avrà superato una serie di prove, trabocchetti e battaglie. Successivamente Rama ripudierà la moglie, che dovrà sottoporsi a infinite verifiche della sua mantenuta purezza, poichè la divinità malvagia Ravana, artefice del rapimento e motivo della prolungata prigionia, avrebbe potuto corromperla.

Google ha rivisitato tutto il poema epico e lo ha ricomposto in forma moderna, dove i personaggi convolti parlano tra loro via Google Talk, si incontrano attraverso Google Maps, si scrivono lettere via Gmail, ricercano ciò che serve loro ovviamente con Google Search. E non poteva mancare Blogger, utilizzato da Jatayu, l’avvoltoio alleato di Rama che narra la sua lotta in difesa di Sita.

La potenza di HTML5 ha consentito a Google Indonesia la realizzazione di questo prodotto, purtroppo fruibile solo via Chrome e solo in lingua Bahasa, ed è davvero un peccato che non ne esista la versione in inglese, perchè mi pare che questa forma di pubblicità dei propri prodotti sia veramente simpatica, intuitiva e divertente.

Da parte mia, devo ammettere che una rivisitazione di qualche poema epico italiano e/o europeo non mi dispiacerebbe affatto e sono certa che potrebbe essere utilizzato dai più giovani per apprendere e dai meno giovani per potersi finalmente divertire con Virgilio, Dante, l’Orlando Furioso o anche con La Monaca di Monza.

Che ne pensate?

VIA | Digital InspirationGoogle Ramayana: The Power of HTML5

Leave a Reply

Laura Germana Vailati Articolo scritto da

Nata e cresciuta a Milano, dal cui caos si separa sempre con difficoltà, lavora per una multinazionale americana (no, non Google!). Condivide il suo tempo libero con una mamma, un compagno, due felini, tanti libri (piú di 3000 volumi. Di carta), tanta musica (piú di 2000 vinili), parecchi film e qualche buon amico di vecchissima data. A 16 anni le dissero che l’informatica non era la sua strada.
All’epoca ci credette. E fece malissimo!

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: