[Reader] Guida#01: Scorciatoie da tastiera

Di - 15 November 2011 - in

Google Reader è sicuramente uno degli aggregatori di notizie più amati dagli utenti.
Questo prodotto ha recentemente subito un restyle che lo ha portato ad allinearsi al nuovo stile grafico già implementato su diversi prodotti Google.
L’interfaccia è certamente più pulita, anche se non tutti trovano la nuova palette di colori chiara ed immediata.

Forse non sapete però che, come per molti altri prodotti Google, Reader implementa una serie completa di scorciatoie da tastiera che permettono una navigazione e utilizzo del prodotto quanto mai rapida.
Vediamole insieme divise per gruppi omogenei.

Navigazione

  • j/k: elemento successivo/precedente 
  • spazio: elemento o pagina successiva 
  • + spazio: elemento o pagina precedente 
  • n/p: scansione elementi verso il basso/verso l’alto (solo elenco) 
  • + n/p: iscrizione successiva/precedente 
  • + x: espandi cartella 
  • + o: apri iscrizione o cartella 

Applicazione 

  • r: aggiorna 
  • f: passa a modalità schermo intero 
  • u: nasconde/scopre il modulo a sinistra 
  • 1: passa a visualizzazione completa 
  • 2: passa a visualizzazione elenco 
  • /: sposta il cursore nella casella di ricerca 
  • a: aggiungi un’iscrizione 
  • =: aumenta ingrandimento 
  • -: riduci ingrandimento 

Salto 

  • g + h: vai alla home page 
  • g + a: vai a tutti gli elementi 
  • g + s: vai a elementi speciali 
  • g + u: apri selettore iscrizioni 
  • g + t: apri selettore tag 
  • g + + t: vai alla pagina tendenze 
  • g + d: vai alla pagina scoperta 
  • g quindi e: esplora 
  • g quindi p: vai agli elementi più comuni 

Azioni su elementi 

  • s: contrassegna elemento come speciale 
  • t: elemento tag e: invia elemento per email 
  • + s: condividi elemento v: visualizza originale 
  • o/invio: espandi/comprimi elemento (solo elenco) 
  • m: contrassegna elemento come già letto/da leggere 
  • + a: contrassegna tutto come già letto 
  • + t: apri il menu “Invia a”

Le scorciatoie da tastiera possono sembrare un metodo antiquato di interfacciarsi con un software, ma in realtà sono un potente strumento che, con un po’ di apprendimento e di pratica, rendono l’uso di un programma molto più rapido ed efficiente di quanto non sia possibile attraverso il mouse.

Leave a Reply

Gabriele Visconti Articolo scritto da

Editor in Chief per Engeene.
Appassionato di Linux, FOSS, videogame e, da poco, di cucina. Parla quattro lingue ed ama leggere libri in lingua inglese.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: