Registrato un brevetto per un airbag per dispositivi portatili

Di - 19 December 2012 - in
Post image for Registrato un brevetto per un airbag per dispositivi portatili

Jeff Bezos, CEO di Amazon ha registrato (e si è visto approvare) un brevetto per una serie di dispositivi di sicurezza atti a evitare che un dispositivo portatile cada bruscamente.

Il brevetto, molto articolato, parla di sistemi integrati con i sensori inclusi nel cellulare, in particolare accelerometri e giroscopio, ma si parla anche di sonar, laser e celle all’infrarosso, che permettano sia di attutire la caduta tramite molle o airbag, sia di getti d’aria che orientino il cellulare durante la caduta in maniera che non batta su punti delicati.

La fattibilità di una cosa del genere è molto dubbia, al momento, sia perché un sistema del genere occuperebbe moltissimo spazio (ma si parla anche di un dispositivo removibile), sia perché il tempo di risposta dei sensori non è tipicamente sufficiente. Secondo il brevetto, infatti, il sistema dovrebbe essere in grado di elaborare i dati provenienti dai sensori, e di calcolare se viene superata o meno una certa soglia di rischio. Un calcolo che necessiterebbe di sensori estremamente reattivi e di un hardware dedicato, programmato a bassissimo livello.

Inoltre, mi pare difficile immaginare che il gioco valga la candela: ok, non ci piace che i nostri tablet cadano, ma non ci piace neanche che pesino il doppio.

La notizia non è tanto il brevetto, quanto il fatto che anche Amazon stia entrando con serietà nel mondo della produzione di dispositivi handeld, anche sul fronte della registrazione di brevetti piú o meno sensati sull’hardware, come investimento su possibili sviluppi tecnologici futuri.

Sarebbe interessante capire se all’attività di registrazione corrisponda un’attività di ricerca in questo o altri campi, per effettuare innovazioni tecnologiche serie lasciando la propria impronta nel mondo dei dispositivi portatili.

Via | Engadget

Leave a Reply

Lorenzo Breda Articolo scritto da

Studente di Informatica a Roma, si occupa di programmazione web sopratutto lato server, e di accessibilità del web. Utilizza e ama Debian GNU/Linux, e si interessa di fisica, fumetto, trekking e fotografia (gli ultimi due possibilmente abbinati). Collabora con Googlab da aprile 2012.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: