[Search] Guida#01: gli operatori di ricerca

Di - 11 October 2011 - in

Google è la home page predefinita per molte persone. Quando accediamo alla rete, una delle operazioni che ci viene più naturale fare è quella di effettuare una ricerca. Inseriamo i termini nell’apposito campo, premiamo enter e cerchiamo tra i risultati quello che più soddisfa il nostro bisogno. Non sempre però lo troviamo e gli operatori di ricerca possono venirci in aiuto.

Occorre fare una piccola premessa. Quando ricerchiamo qualcosa su Google, ma il discorso vale più o meno per tutti i motori di ricerca, è preferibile partire da termini semplici, ad esempio inserendo nomi o marche di prodotti, oppure aggiungere la località interessata dalla ricerca.
Va poi precisato che la punteggiatura e le maiuscole non servono. Per quanto sofisticato, Google non è un essere umano (e qui mi riferisco all’insieme di algoritmi e server che compongono il motore di ricerca).

Quando abbiamo bisogno di un’informazione, cerchiamo di immaginare come potrebbe essere descritta nella pagina di destinazione. Ad esempio se vogliamo informazioni sui consumi di una macchina ibrida, (che chiameremo modello x) potremmo cercare “consumi modello x”, invece di “quanto consuma il modello x?”. Con il passare del tempo e il migliorare della tecnologia, anche i motori di ricerca si stanno raffinando e queste distinzioni si andranno sempre più ad assottigliare, ma per il momento rimanere sul semplice è la strategia migliore.

Va precisato che la maggior parte delle volte, è sufficiente utilizzare termini semplici e ricordarsi di pensare a cosa potremmo trovare scritto sulla pagina di destinazione per trovare il risultato che ci interessa.
Tuttavia, in alcune occasioni, può essere utile avere a disposizione degli strumenti in più.

Gli operatore di ricerca sono dei caratteri che, inseriti insieme ai nostri termini di ricerca nell’apposito box, ci permettono di filtrare alcuni risultati, secondo determinate condizioni.

Vediamoli nel dettaglio:

nota: gli operatori verrano indicati all’interno di due parentesi [ ] che NON fanno parte dell’operatore stesso.

  • [” “] cercare una frase esatta: questo operatore permette di ricercare i termini inseriti nel campo di ricerca, nell’esatto ordine e modo in cui sono state scritte.
    Esempio: “google plus guida” cercherà esattamente le parole nel modo in cui sono scritte e nel medesimo ordine.
  • [site:] cercare all’interno di un sito: con questo operatore è possibile effettuare una ricerca all’interno di un determinato sito. Da notare che tra l’operatore e il sito non ci devono essere spazi.
    Esempio: guida google plus site:googlab.it cercherà i termini google plus guida all’interno del sito googlab.it
  • [-] escludere una parola: questo operatore è utile per rifinire una ricerca escludendo dei termini dai risultati. Si utilizza anteponendolo davanti ad una parola che NON si vuole considerare nelle ricerche. Il segno va preceduto da uno spazio.
    Esempio: se cerchiamo chrome zone -wheels, troveremo tutti i risultati che contengono le parole chrome e zone, ma verranno esclusi i risultati che contengono la parola wheels.
  • [*] il carattere jolly: inserire questo operatore in una query può rivelarsi molto utile se non si conoscono bene i termini da cercare. Sostituendo una parola con il carattere jolly, diremo a Google di cercare i termini che abbiamo inserito e di presentarci i risultati migliori per quei termini associati ad altre parole.
    Esempio: cercando googlab * ci verranno restituiti dei risultati pertinenti con il termine googlab, associato ad altri termini pertinenti per rilevanza o popolarità.
  • [+] ricerca di corrispondenza esatta: quando effettuiamo una ricerca, i termini inseriti vengono “espansi” utilizzando sinonimi e termini correlati di varia natura. Utilizzando questo operatore si richiede a Google di restituire solo i risultati per quel termine specifico, senza considerare sinonimi.
    Esempio: cercando il termine +viaggiare, escluderemo dai risultati quelli relativi al termine viaggio.
  • [OR] scegliere tra due termini: quando effettuiamo una ricerca Google utilizza tutti i termini che vengono inseriti. A volte potremmo vole effettuare una ricerca tra due termini, senza necessariamente considerarli entrambi. Inserendo tra due termini di ricerca questo operatore cercheremo un termine oppure l’altro.
    Esempio: cercando halloween milano 2009 OR 2010, ci verranno presentati i risultati contenenti halloween milano 2009 oppure halloween milano 2010, ma non entrambi.
  • [cache:] visualizzare la cache: con questo operatore non effettuiamo una vera e propria ricerca. Anteponendolo, senza spazi, ad un determinato url, possiamo visualizzarne la versione presente all’interno della cache di Google (per semplificare diremo che la cache è l’archivio in cui Google memorizza le pagine di un sito web). Utile per poter accedere ad alcuni dati di siti che sono momentaneamente offline ad esempio.
    Esempio: cercando cache:googlab.it visualizzeremo la versione del sito presente negli archivi di Google (che non è sempre aggiornata alla versione corrente, in ogni caso).
  • [filetype:] visualizzare un tipo di file: questo operatore ci permette di effettuare ricerche restringendo i risultati ad un particolare tipo di file.
    Esempio: se cerchiamo manuale android filetype:pdf, ci verranno restituiti direttamente dei risultati contenenti file pdf. Nel caso in cui il risultato rimandi direttamente al tipo di file cercato, all’inizio del titolo del risultato vedremo il formato del file tra parentesi quadre. Nel nostro esempio troveremo [pdf].

Gli operatori possono essere molto utili per raffinare le ricerche, ma lo strumento principale rimane comunque quello di scegliere i termini di ricerca corretti.
Oltre a questo non sempre gli operatori verranno interpretati come descritto sopra, poichè esistono delle eccezioni. Ad esempio se inseriamo nei campi di ricerca 32 * 48, come risultato otterremo 1536. In questo caso Google  comprende che il simbolo * è stato inserito per eseguire un’operazione tramite la calcolatrice e non come operatore jolly.

Leave a Reply

Jacopo Rabolini Articolo scritto da

Technical lead e fondatore di Engeene. Si occupa di web design e web development nel tempo libero. Vorrebbe farne la sua professione. Ama il web, la tecnologia, lo spazio, i Lego, Doctor Who e un sacco di altre cose che gli hanno valso a volte l'appellativo di Nerd e altre quello di Geek.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: