[Search] Matt Cutts e il video definitivo sul Cloaking

Di - 4 November 2011 - in

Matt Cutts, capo della sezione web spam di Google, ha rilasciato ieri un video che parla di cloaking e del perché questa attività è considerata malvagia da Google. Il cloaking è una tecnica che è stata molto usata negli “anni ruggenti” del web e consiste nell’ingannare i bot dei motori di ricerca (nel nostro caso il GoogleBot) presentando un contenuto diverso da ciò che viene invece visto dall’utente.

Per fare lo stesso esempio usato da Matt Cutts, un utente effettua una ricerca tipo “cartoni animati Disney”. A questo punto la ricerca di Google presenterà dei risultati basati sul modo in cui il bot ha visto i diversi siti indicizzati. L’utente clicca su un risultato e quello che si trova è una content farm, per non dire un sito pornografico.

Questo avviene perché chi gestisce il sito scrive appositamente del codice (per esempio nei tag descrittivi del sito) per cercare di ingannare gli occhi del robot del motore di ricerca.
Al giorno d’oggi questo fenomeno si è di molto ridotto, soprattutto per il fatto che Google ha fatto molto per trattare siti web di questo genere come spam. I robot dei motori di ricerca non si limitano solo alla lettura degli elementi architetturali ma scansionano anche il testo e gli elementi grafici e video posti all’interno del sito.

Oggi risulta quindi molto difficile ingannare il GoogleBot. Non è ovviamente impossibile farlo ne tantomeno provarci. Su questo punto Matt Cutts è specifico nel affermare che ogni tentativo, a qualsiasi livello o titolo, di ingannare il GoogleBot è considerato una violazione delle policy di qualità di Google.
Non esiste distinzione tra White Hat Cloaking e Black Hat Cloaking. Tutto il cloaking è black hat per definizione.

La linea guida di Google in questo senso è molto semplice: ciò che vede l’utente e ciò che vede il GoogleBot dev’essere la stessa identica cosa.
Vi invito a guardare il video di Matt Cutts che è molto interessante e chiaro nell’esposizione.

Via | Google Plus [Matt Cutts]

Leave a Reply

Gabriele Visconti Articolo scritto da

Editor in Chief per Engeene. Appassionato di Linux, FOSS, videogame e, da poco, di cucina. Parla quattro lingue ed ama leggere libri in lingua inglese.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: