Smartphone Amazon: non solo 3D

Di - 23 April 2014 - in
Post image for Smartphone Amazon: non solo 3D

Tra poco più di un mese Amazon dovrebbe rivelare al pubblico il proprio smartphone. Continuano le indiscrezioni sul futuro dispositivo che, in mancanza di conferme ufficiali, riguardano ancora l’interfaccia utente.

Nell’articolo di qualche giorno fa vi avevamo parlato delle quattro telecamere poste sul fronte del telefono, che permetterebbero al dispositivo di rilevare la posizione dello sguardo dell’utente relativamente allo schermo. In questo modo lo smartphone può simulare una visualizzazione in 3D e mostrare, ad esempio, le immagini di un prodotto da diverse angolazioni.

Al momento del lancio diverse applicazioni stock dovrebbero supportare nativamente questa peculiarità, prima tra tutti l’applicazione relativa allo store Amazon. In aggiunta sembra che altre applicazioni, di terze parti questa volta, saranno disponibili fin da subito sull’Amazon Appstore con il supporto alla funzionalità 3D del dispositivo.

A rivelarlo è sempre BGR, che per primo aveva mostrato alcune schermate “rubate” del futuro dispositivo. Ma le rivelazioni non finiscono qui.

Sembra infatti che la tecnologia 3D sia solo una parte delle novità che Amazon è intenzionata ad introdurre con il proprio smartphone. Il telefono dovrebbe essere dotato di una serie di gesture control in grado di modificare il modo in cui gli utenti utilizzano il proprio dispositivo. Grazie a queste nuove gesture, sarà infatti possibile “scuotere” il telefono in diverse direzioni per poter accedere a funzionalità e menu relativi al sistema operativo e alle applicazioni.

Ad esempio, riporta una fonte ben informata a BGR, un breve movimento laterale del telefono potrebbe rivelare le etichette relative ad email, ulteriori informazioni riguardanti le recensioni di ristoranti trovati su una mappa o la valutazione di un film. Relativamente all’utilizzo come dispositivo di lettura, magari attraverso l’applicazione Kindle, il movimento del telefono potrebbe girare le pagine del libro che stiamo leggendo o aggiungere un segnalibro.

Oltre a queste funzionalità sembra che il dispositivo sarà dotato anche di un sistema OCR integrato, in grado di rilevare firme su documenti, memorizzare i dati relativi a biglietti da visita o avviare traduzioni.

Sembra che Amazon si stia focalizzando su nuove modalità di utilizzo per il proprio telefono, un terreno piuttosto insidioso ma che, se la realizzazione tecnica sarà all’altezza delle aspettative, potrebbe portare alla luce un concorrente temibile sia per Google che per Apple.

Fonte | BGR.com

Leave a Reply

Jacopo Rabolini Articolo scritto da

Technical lead e fondatore di Engeene. Si occupa di web design e web development nel tempo libero. Vorrebbe farne la sua professione. Ama il web, la tecnologia, lo spazio, i Lego, Doctor Who e un sacco di altre cose che gli hanno valso a volte l'appellativo di Nerd e altre quello di Geek.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: