Sviluppo di un’applicazione con Intel XDK – Parte 1 – Le specifiche dell’applicazione

Di - 6 June 2014 - in
Post image for Sviluppo di un’applicazione con Intel XDK – Parte 1 – Le specifiche dell’applicazione

Intel XDK, che abbiamo già introdotto in un precedente articolo è una piattaforma di sviluppo, rilasciata da Intel, che permette la realizzazione, tra le altre cose, di applicazioni HTML5 per diversi sistemi operativi mobili.

Oggi vi presentiamo una serie di articoli, corredati da codice rilasciato sotto licenza open source, che mostrano come sviluppare una semplice applicazione Android con Intel XDK.
In questo articolo andiamo dunque ad analizzare i requisiti dell’applicazione che svilupperemo via via nei prossimi articoli.

Il primo obiettivo di questa serie di articoli è quello di fornire strumenti didattici volti a spiegare come utilizzare questo strumento di sviluppo in modo pratico. Per questo motivo lo staff di Engeene ha deciso di realizzare un’applicazione di esempio. L’applicazione, molto semplice, pone all’utente una serie di domande al fine di valutarne il livello di attenzione (se in ufficio) o di sobrietà (se il sabato sera si deve decidere chi può guidare e chi no). L’idea di questa applicazione nasce dalla visione del film Gli Stagisti ed in particolare da una scena in cui il team degli stagisti realizzò un’applicazione Android concettualmente molto simile.

Lo sviluppo dell’applicazione avverrà in quattro fasi:

  1. l’installazione dello strumento e la creazione di un progetto;
  2. lo sviluppo dell’interfaccia utente;
  3. lo sviluppo del codice per memorizzare le risposte alle domande e navigare l’interfaccia utente;
  4. l’integrazione di alcune domande nell’interfaccia utente.

Inizialmente le domande saranno limitate di numero, ed inserite solo a titolo di esempio direttamente nel codice e non potranno essere cambiate se non modificando e rigenerando l’applicazione. In futuro potrebbero diventare di più ed essere anche caricate via internet, o da un file locale, all’interno della app. In quest ultimo caso l’interfaccia utente dovrà essere generata in modo automatico dall’applicazione stessa.

Il codice dell’applicazione, in parte già sviluppata, in parte in corso di sviluppo, può essere visionato su GitHub dal profilo di Engeene.

Foto | flickr, GitHub | Engeene

Leave a Reply

Marco Buschini Articolo scritto da

Da sempre appassionato di informatica e di scrittura fonde queste due passioni collaborando con Engeene. L’attuale crisi economica lo condanna ad essere attualmente in cerca di occupazione stabile.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: