Toshiba prova ad assaltare il segmento tablet

Di - 11 June 2013 - in
Post image for Toshiba prova ad assaltare il segmento tablet

Toshiba non ha avuto grande successo con le ultime due serie di tablet Android (Excite e Thrive) ma questo non rappresenta certo un deterrente contro un nuovo assalto nella scena dei dispositivi smart. Per l’occasione sono stati preparati ben tre tablet, della serie Excite, da 10 pollici equipaggiati di Jelly Bean 4.2 e progettati per diversi target. L’Excite Pure coniuga economia e prestazioni: processore Tegra 3, display con risoluzione da 1280×800 con tecnologia Gorilla Glass, 16 GB e slot d’espansione microSD; il tutto dovrebbe essere venduto a 299 dollari.

L’Excite Pro, come suggerito dal nome, ha un hardware che lo colloca nella fascia alta: processore Tegra 4, 32 GB di spazio d’archiviazione, fotocamera da 8 megapixel, display con Gorilla Glass 2 e risoluzione da 2560×1600 che elevano i ppi (pixel per pollice) a 330, rendendo la definizione del testo sullo schermo molto simile alla controparte cartacea. È dotato di altoparlanti Harman Kardon che esaltano i toni bassi e restituiscono una voce pulita durante le chiamate VoIP. Il prezzo è fissato a 499 dollari.

Ultimo ma non meno importante, l’Excite Write che ha lo stesso hardware del Pro con l’aggiunta della tecnologia Wacom, in grado di riconoscere ben 1024 livelli di pressioni di un pennino stilo. Toshiba fornirà anche il software proprietario TruNote e TruCapture per le annotazioni. Quest’ultimo sarà disponibile a 599 dollari.

Tutti i dispositivi saranno disponibili dal 25 Giugno ed inoltre sarà disponibile anche una tastiera Bluetooth, opzionale.

Via | ArsTechnica

Leave a Reply

Emanuele Boncimino Articolo scritto da

Web designer, sviluppatore, tech specialist ed Android Guru: sono gli obiettivi che vorrebbe raggiungere nel lungo termine. Mantiene un ottimo grado di conoscenza del mondo racimolando news estere. Sempre alla ricerca di sfide che possano nutrire la propria mente: Engeene è tra queste.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: