Ubuntu 13.10: rilasciata la Alpha 1 delle derivate

Di - 1 July 2013 - in
Derivate Ubuntu

27 Giugno 2013 – Con un lungo messaggio nella Mailing List degli annunci degli sviluppatori, Kate Stewart ha annunciato il rilascio della versione Alpha 1 delle derivate di Ubuntu 13.10, nome in codice Saucy Salamander.

Precisiamo già ora che si tratta di una versione in fase di sviluppo ancora precoce, quindi è fortemente scoraggiata l’installazione di questa versione per la produzione, mentre è incoraggiato l’utilizzo per finalità di test.

Le distribuzioni interessate da questo rilascio sono:

  • Kubuntu
  • Lubuntu
  • Ubuntu GNOME
  • UbuntuKylin

Tra queste non figura Ubuntu in quanto le politiche di rilascio definite nel corso dello sviluppo dell’ultima versione stabile (13.04 Raring Ringtail) hanno escluso i rilasci di versioni Alpha. Ubuntu, pertanto, continuerà a rilasciare daily builds fino alla prima versione Beta, prevista per il 29 Agosto 2013.

Kubuntu

Kubuntu è la derivata di Ubuntu che adotta l’ambiente desktop KDE: questo ambiente elegante dotato del desktop Plasma è ottimizzato sulla base della distribuzione di Canonical. Gli interessati possono scaricare la versione Alpha 1 di Kubuntu 13.10.

Lubuntu

Votata ai computer più vecchi, Lubuntu è una derivata di Ubuntu che utilizza LXDE come ambiente desktop e integra programmi leggeri, con il fine di consumare poche risorse ed essere molto efficiente per quanto riguarda il risparmio energetico. Ricordiamo di provare la versione Alpha 1 di Lubuntu 13.10 solamente per finalità di test.

Ubuntu GNOME

Rilasciata per la prima volta come derivata ufficiale di Ubuntu con la versione 13.04, Ubuntu GNOME è ottimizzata per l’utilizzo di GNOME come abiente desktop ed è ora disponibile nella versione 13.10 Alpha 1.

UbuntuKylin

UbuntuKylin è la derivata di Ubuntu ottimizzata per gli utenti cinesi. Oltre ad una migliore integrazione dei caratteri orientali, presenta software personalizzato per gli utenti di questo Paese. Anche UbuntuKylin è disponibile nella versione 13.10 Alpha 1.

Nota per i tester

Chi volesse testare queste distribuzioni deve essere cosciente che possono includere diversi bug anche piuttosto gravi. Inoltre, prima di riportare un bug, è consigliabile testarlo anche nelle successive daily build per verificare che non sia stato risolto con un aggiornamento successivo.

Via | Kate Stewart

Leave a Reply

Mattia Migliorini Articolo scritto da

Studente di informatica presso l'Università di Padova, web designer, amante di Linux e dell'open source in generale. Membro di Ubuntu e di 2viLUG, da gennaio 2012 è collaboratore di Engeene.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: