Ubuntu Touch: concept per la schermata di sblocco

Di - 8 July 2013 - in
Concept sblocco Ubuntu Touch

Abbiamo già avuto modo di vedere il modello di sblocco del dispositivo tramite PIN o password di Ubuntu Touch grazie ad una demo presentata da Canonical stessa. Alcuni utenti, però, hanno obiettato che quella presentata sia una modalità poco coerente con un sistema così fortemente orientato alle gesture.

Personalmente non dubito del fatto che Canonical voglia optare per l’aggiunta di una modalità di sblocco tramite pattern, in fin dei conti al momento ha solamente presentato un’anteprima di quelle che, almeno nel passato, erano le funzionalità più utilizzate. Per il momento, tuttavia, da parte dell’azienda sudafricana non abbiamo notizie in merito. È arrivato però un concept realizzato da Lucas Romero Di Benedetto, che potrebbe essere un valido punto di partenza.

Dato il grande interesse che ha riscosso questo concept, il suo autore l’ha sviluppato in modo più profondo, con degli obiettivi fermi alla base del nuovo design:

  • Dev’essere più sicuro della prima versione del concept
  • Deve rimanere pratico
  • Deve essere originale
  • Deve avere una relazione con il cerchio nella welcome screen
  • Deve rispettare il design principale di Ubuntu

Ubuntu Touch Unlock Concept

Si tratta di un’idea piuttosto interessante, anche se ritengo che le azioni da compiere prima di sbloccare il dispositivo siano troppe e poco intuitive. Canonical può comunque prendere la palla al balzo e migliorare questo concept con una proposta più concreta che possa essere effettivamente applicabile nella versione di Ubuntu orientata ai dispositivi mobili.

Sicurezza online

Lucas Romero si spinge oltre, proponendo un metodo di recupero password e gestione di furti basato sul fatto che ora tutti gli account online riguardanti Ubuntu sono unificati in Ubuntu One. Questa centralizzazione potrebbe permettere di gestire i dispositivi collegati al proprio account tramite l’interfaccia web, nello specifico consentendoci di modificare da remoto il pattern di sblocco del dispositivo perso o rubato, dopo aver ricevuto una notifica che ci informa del fatto che il malintenzionato è riuscito a sbloccarlo una volta, ma possiamo voler modificare il pattern perché noi stessi l’abbiamo dimenticato.

Via | OMG! Ubuntu!, Lucas Romero Di Benedetto

Leave a Reply

Mattia Migliorini Articolo scritto da

Studente di informatica presso l'Università di Padova, web designer, amante di Linux e dell'open source in generale. Membro di Ubuntu e di 2viLUG, da gennaio 2012 è collaboratore di Engeene.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: