Wonders of the Web, le meraviglie del Web, per tutti

Di - 8 January 2013 - in

Che cos’è Internet? Una rete, un mass media, un insieme di servizi, una realtà virtuale etc etc… Il web è un’insieme di tante cose e possiamo analizzarlo per ore da più punti di vista, dai presupposti tecnologici fino alle sue implicazioni sociali.

Cercherò di semplificare molto per concentrarmi su quello che per me è davvero importante: il web è un’infrastruttura per la comunicazione e lo scambio di… quello che viene dopo non è rilevante.

Internet è un’autostrada, una rete idrica, un complesso energetico, un mezzo per realizzare o fruire qualsiasi cosa ci interessi. Ovviamente possiamo usarlo per il nostro svago (possiamo metterci in viaggio con la nostra automobile), o per costruire il nostro business (aprire una società di trasporti) oppure possiamo utilizzare servizi che altre persone hanno realizzato (prendo un autobus perché non voglio guidare) ma tutto questo non sarebbe possibile senza la nostra infrastruttura (autostrada, per proseguire nella metafora) e senza la conoscenza di come fruire della stessa.

Google, Coadec, Decoded ed Enso Collaborative sono aziende e comitati molto attivi che hanno costruito loro stessi ed Internet, (basti pensare ai datacenter di Google per avere un idea delle risorse dispiegate), sulle proprie necessità ma che hanno anche deciso di lavorare in direzione della trasparenza e dell’accessibilità.

I risultati di questo sforzo si sono concretizzati in The Wonders of the Web, un sito che raccoglie brevi video e testi che consentono, a chiunque, di capire come Internet funzioni e quali potenzialità nasconda.

Le basi del Web

Lo scopo di questo lavoro è proprio quella di far comprendere quali siano i presupposti per avvantaggiarci di questa potente rete e come integrare le esistenti e rigide infrastrutture (ad ogni livello, specie in realtà amministrative e burocratiche) con il nuovo mondo del web.

Una sezione di The Wonders of the Web è appositamente realizzata per contenere piccole porzioni di codice che possono essere riutilizzate da chiunque, ma in particolare dai funzionari governativi, per aggiungere pulsanti “sociali” e poter condividere in maniera ancora più semplice ed efficace i contenuti.

Poco codice per grandi risultati

Governi e forze politiche possono adottare questi strumenti per instaurare, in tempo reale, un dialogo vero e partecipativo con i propri sostenitori e i cittadini e questi ultimi possono far sentire le loro voci come mai prima è stato possibile.

Le meraviglie del web è un sito che consente a tutti di accedere e fruire questa tecnologia e sono assolutamente convinto che fino a quando essa sarà libera ed aperta potrà essere molto più che un incentivo per la creatività, lo scambio delle informazioni e lo sviluppo economico.

Chiudo questo articolo proponendovi un intervento molto significativo di Jennifer Pahlka che illustra, molto meglio di me, come Internet ed i social network possono davvero contribuire a migliorare il mondo in cui viviamo.

Via | Google Europe Blog

Leave a Reply

Andrea Testa Articolo scritto da

Laureato in Comunicazione Digitale, curioso ed affascinato dall'informatica, specialista Google Apps. Sviluppatore software, ama tutto ciò che si manifesta sotto forma di intelligenza, tecnica ed innovazione, come il web e l'open source.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: