[YouTube] La NBC sceglie YouTube per le Olimpiadi del 2012

Di - 12 March 2012 - in
La NBC, il popolare network americano che detiene i diritti di trasmissione delle Olimpiadi in America fino al 2020, ha deciso di abbandonare la piattaforma Silverlight di Microsoft in favore di YouTube, scelta molto importante per Google e che andrà ulteriormente ad arricchire l’offerta di contenuti video.
Dal comunicato stampa della NBC si percepisce soddisfazione per la scelta che, a conti fatti, permetterà ad un numero molto più elevato di utenti di vedere la trasmissione degli eventi olimpici sul canale on demand nbcolympics.com.

We are going to make Olympic history. With YouTube as our official video-on-demand partner, NBCOlympics.com will be the exclusive online destination for all in-venue video. We plan to deliver the most extensive 2012 Olympics content to viewers, including—for the first time ever—ALL events streamed live. That’s right, you’ll be able to watch up to 3,000 hours of live streaming covering all 302 Gold Medals and every event inbetween. We’ll also include replays of Web-exclusive events, all television broadcasts, interviews with the athletes and exclusive daily segments about London 2012. Live streams will be available across our mobile platforms, providing an extraordinary 360-degree coverage of The Games.

La piattaforma di Microsoft, per quanto valida da un punto di vista puramente tecnico, soffre di grossi problemi di compatibilità con browser e sistemi operativi.
Come si può evincere infatti dalla tabella di compatibilità, presa da Wikipedia, il supporto di Silverlight è molto scarso e, per fare un esempio, praticamente inesistente anche sui dispositivi Windows Phone 7.

Considerando l’alto traffico proveniente al giorno d’oggi da dispositivi mobili, smartphone e tablet, il cui mercato è praticamente dominato da Android e iOS, la scelta di NBC di optare per la piattaforma YouTube risulta sicuramente logica.
Peccato che anche la nostra RAI, la televisione di Stato finanziata dai soldi dei cittadini (e non da privati come NBC), abbia preferito da tempo servire solo la fetta della popolazione che si connette con un sistema operativo Microsoft supportato da Silverlight.
Lascio ai lettori di esprimere la loro opinione su questa “politically correct” scelta.

Via | 9to5Google

Leave a Reply

Gabriele Visconti Articolo scritto da

Editor in Chief per Engeene.
Appassionato di Linux, FOSS, videogame e, da poco, di cucina. Parla quattro lingue ed ama leggere libri in lingua inglese.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: