Zopfli: una libreria di compressione open source da Google

Di - 7 March 2013 - in
Post image for Zopfli: una libreria di compressione open source da Google

Google ha da poco rilasciato un nuovo algoritmo di compressione, indirizzato primariamente all’uso per il web, chiamato Zopfli.
La caratteristica di Zopfli, la cui libreria in C è rilasciata con licenza Apache License 2.0, è quella di essere il 3-8% più efficiente rispetto alla più comune libreria Zlib.
Sia Zlib che Zopfli derivano da una base comune e cioè il solido protocollo di compressione lossless dei dati DEFLATE ,originariamente implementato nel famoso tool di compressione anni ‘90 PKZIP.
L’efficienza di compressione di Zopfli giunge però al prezzo della velocità. Zopfli è infatti un ordine di grandezza di tempo da 2 a 3 volte maggiore di quanto necessario da Zlib alla massima qualità. Tuttavia il tempo di decompressione non viene inficiato dall’efficienza della compressione della libreria.
Per questo motivo Zopfli trova il suo impiego maggiormente in quegli ambiti dove è necessario comprimere una volta i dati e poi distribuire molte volte contenuti compressi attraverso la rete, ad esempio nella distribuzione di contenuti statici di una pagina web.
La libreria è scaricabile localmente da GIT con il seguente comando: git clone https://code.google.com/p/zopfli/

È sempre interessante vedere come, contemporaneamente allo sviluppo di prodotti commerciali e closed source, Google lavora nello sviluppo e ricerca di soluzioni che vengono poi rilasciate con licenza open source, contribuendo di fatto a creare un substrato di risorse utili a diversi livelli nella comunità.

Via | Google Developers Blog

Leave a Reply

Gabriele Visconti Articolo scritto da

Editor in Chief per Engeene. Appassionato di Linux, FOSS, videogame e, da poco, di cucina. Parla quattro lingue ed ama leggere libri in lingua inglese.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: